Mini cucina - Amicidelgommone 2_0

Vai ai contenuti

Menu principale:

Mini cucina

Fai da Te

Come ricavare una mini cucina sul Solemar B54

L'idea di una " cucina galleggiante" senza necessariamente pensare al campeggio nautico  mi venne quando, nel bel mezzo di una uscita in gommone, durante le ferie estive, a me e a Piera (mia moglie) ci venne una gran voglia di caffè!! Ma come si fa? Sei in baia, con poca gente e sei rilassatissimo , imbarda tutto, salpa l'ancora e poi dove vai? E allora te la fai passare!!!! Ma si doveva fare qualcosa.
Ecco la seduta di poppa del mio gommone come si presenta in origine. Foto a sinistra. La poltroncina con relativo schienale è fatta per ospitare tre persone, dopo la modifica la seduta conserva sempre tre posti a sedere ma uno non presenta più lo schienale. Questa modifica facilita l'ingresso al pozzetto, poichè , finiti i lavori, ci troviamo con una seduta più alta di 15 cm, ma senza lo schienale che avrebbe ostacolato il passaggio.

                                     

Procediamo con ordine.
Smontiamo la panca e recuperiamo quel che di buono c'è. Sicuramente le due cerniere ribaltabili, nel mio caso la base in legno, la gommapiuma e la copertura erano irrecuperabili.  Acquistiamo del Compensato Marino (come dice il nome  stesso, materiale idoneo  ad essere adoperato in mare e durevole nel tempo.) e cominciamo ad assemblare i due cassoni che diventeranno , uno, che conterrà un fornello con un fuoco, di quelli con la bomboletta da sostituire quando esaurita, e l'altro destinato a contenere il necessaire per cucinare.

                       


Prima di procedere all'assemblaggio dei due gavoni prendiamo bene le misure di tutto il materiale che pensiamo ci possa servire per la cucina: eventuali contenitori,  fornello,  piatti, bicchieri, posate,  bottigliette dell'olio, sale, aceto ecc. per evitare che a lavoro finito non riusciamo a chiudere la panca per qualche millimetro. Una volta prese le misure, e tagliati i pezzi , con viti e colla assembliamo il tutto. Attenzione, non consideriamo al momento i coperchi!!! Perchè per esperienza personale, mi sono accorto che la poca dimestichezza di noi falegnami d'assalto ci fà sottovalutare alcuni aspetti e, come nel mio caso, ci costringe a metter mano alla lima a lavoro finito. Nell'assemblare i pezzi potremmo eseguire un lavoro leggermente fuori squadra e ritrovarci un coperchio o troppo lasco o troppo stretto, quindi consiglio di prendere le misure del coperchio dopo l'assemblaggio. Quest'ultimo dovrà essere leggermente più spesso e bordato tutt'intorno , nella parte sottostante, in modo  che non permetta agli spruzzi d'acqua di entrare all'interno dei gavoni. Non fissiamo i coperchi con le cerniere, prima di aver stuccato, con stucco da carrozziere eventuali fessure e imperfezioni , carteggiato e verniciato. La verniciatura va eseguita usando una vernice bi-componente dello stesso colore del gommone. A pennello o a spruzzo.  Fatto ciò montiamo i nostri coperchi e fissiamo i gavoni sul coperchio dove prima era fissata la panchetta. Naturalmente viti e parker inox

                             


Presi  i contatti con un tappezziere e comunicatogli le misure, ci facciamo fare la nuova poltroncina, con le vecchie cerniere di ribaltamento e un cuscino per la panchetta del fornello. Per completare il lavoro non ci resta che fissare il tutto sui nostri nuovi gavoni e il gioco è fatto. Posizioniamo il fornellino e volendo fissiamo anche lui. Mi sono procurato un foglio di alluminio lucidato a specchio, reperibili in qualunque brico e l'ho sistemato sotto il coperchio del gavoncino per evitare che la fiamma del fornello surriscaldasse la vernice del coperchio. Altri due pezzi di lamierino fungono da paratie removibili in modo da riparare la fiamma da eventuali sbuffi di  vento.

                               


Nel secondo gavone possiamo stivarci  tutto quello che  avevamo preventivato, dal poggia pentola alla caffettiera , dalle tazzine allo zucchero, dal caffè ai cucchiaini e voilà adesso prendo il caffè quando mi viene voglia !!!  Una raccomandazione:  sarebbe buona cosa che il coperchio del vano fornello fosse dotato di una sicurezza per evitare che durante l'utilizzo, inavvertitamente, urtandolo, si possa chiudere proprio mentre stà uscendo il tanto desiderato caffè . Dopo tutto questo lavoro il caffè sarebbe meglio berlo anziche versarselo sui piedi.
Buon divertimento, e mi raccomando, se durante la realizzazione vi venisse un'idea migliore della mia comunicatemelo,  così avremo un'altra modifica da fare.
Buona navigazione a tutti

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu